DHL

La storia di DHL comincia nel 1969, quando Adrian Dalsey, Larry Hillblom e Robert Lynn decidono di fondare a San Francisco una compagnia di trasporti, non sapendo che avrebbero rivoluzionato il mondo della logistica. DHL è stata acquisita da Deutsche Post nei primi anni Duemila e, ad oggi risulta essere l’azienda leader mondiale dei servizi di logistica.

Il nome del brand è formato dalle iniziali combinate dei cognomi dei tre fondatori del brand: Dalsey, Hillblom e Lynn.

Il primo logo del brand era formato dalle tre lettere D, H e L poste in tre figure geometriche affiancate con altezza crescente da sinistra verso destra, inclinate leggermente a simboleggiare la velocità che denotava le spedizioni del corriere. Le lettere erano di colore bianco, mentre i poligoni che le racchiudevano erano di colore rosso.

Negli anni Ottanta, il logo è stato modificato, assumendo una forma molto simile al logo attuale. Il nome del brand, inclinato leggermente verso destra per indicare movimento, era scritto con una tonalità più scura di rosso rispetto alla versione precedente e posto al centro del logo, con ai lati tre strisce che simboleggiavano la velocità. Al di sotto della sigla DHL era presente la scritta “Worldwide Express” sempre scritta con il colore rosso. Il tutto era posto su uno sfondo bianco.

Nei primi anni Duemila, il logo ha subito qualche piccola modifica, che ha portato alla creazione della versione che il brand utilizza ancora oggi: la tonalità di rosso utilizzata per il lettering è stata resa più chiara rispetto alla versione precedente, mentre per lo sfondo è stato scelto di utilizzare il colore giallo. Le tre linee orizzontali simboleggianti la velocità, poste ai lati del nome del brand, sono state accorciate. La sigla “DHL” è stata inclinata ulteriormente verso destra per indicare movimento.

Scopri altre storie...