Kodak

Fondata nel 1888 da George Eastman, la Eastman Kodak Company, nota semplicemente come Kodak, è stata un importante tassello della storia della fotografia dello scorso secolo. “You press the button, we do the rest” (che letteralmente significa "Voi premete il pulsante, noi facciamo il resto") è lo slogan con il quale il fondatore del brand ha promosso le sue prime macchine fotografiche: il payoff è ancora oggi utilizzato dall’azienda.

Il nome Kodak è stato scelto da Eastman perché era “un nome breve, vigoroso, facile da pronunciare e, per soddisfare le leggi sui marchi depositati, non significava nulla”.

Il logo del brand era inizialmente formato da un rettangolo nero posto al centro di un disegno decorativo, con scritto “The Eastman dry plate and film Co.”. Ai lati vi erano i nomi delle città in cui era operativa l’azienda: Londra e New York.

Nei primi anni del Novecento, il brand ha rinnovato il suo logo: era formato da tre lettere accavallate (E, K e C, ovvero l’acronimo di Eastman Kodak Company) scritte con il colore nero poste in un cerchio bianco dal contorno nero.

Negli anni Trenta, il brand ha rinnovato il suo logo, lasciando solamente il nome Kodak per identificare l’azienda. Il logo era formato da un rettangolo giallo scuro dai bordi neri con al suo cento la scritta “Kodak” di colore rosso.

Negli anni Sessanta, il logo è stato nuovamente modificato: la forma rettangolare è stata sostituita da quella di un angolo arricciato sempre di colore giallo scuro dai bordi neri con all’interno il nome del brand scritto con il rosso e con lo stesso font della precedente versione.

Il logo è stato poi riammodernato negli anni Settanta, quando il brand ha introdotto l’iconico simbolo raffigurante una “K” di colore rosso posto su sfondo giallo scuro, con all’interno il nome del brand dello stesso colore dello sfondo.

Negli anni Ottanta il brand ha rinfrescato il proprio logo tramite una modifica del font utilizzato per il nome del brand, che presenta forme più lineari e arrotondate.

Negli anni Duemila, il brand ha modificato il proprio logo: ha tolto completamente lo sfondo giallo, lasciando solo il nome del marchio scritto con il colore rosso su sfondo bianco con un font modificato e dalle forme ancora più arrotondate.

Nel 2016, il brand ha rilasciato l’ultima versione del suo logo: si tratta di una ripresa del logo creato negli anni Ottanta, ma che presenta il nome del brand scritto in verticale all’interno del simbolo iconico raffigurante l’iniziale del marchio.

---
Si ringrazia Giorgia Bresciani, studentessa della Facoltà di Scienze Linguistiche dell'Università Cattolica di Milano,  per aver collaborato alla ricerca delle informazioni e alla composizione di questa LOGO TALE.

Scopri altre storie...