“Leggevamo Quattro Libri al Bar” celebra i trent’anni della sua canzone ispiratrice “Quattro amici al bar”
News
“Leggevamo Quattro Libri al Bar” celebra i trent’anni della sua canzone ispiratrice “Quattro amici al bar”
23 Marzo 2021

SLOWBRAND
EVENTI

A trent’anni da “Quattro amici al bar”, sulle note della canzone si crea ancora l’atmosfera perfetta per parlare di libri, e questo Bruno Contigiani e la sua Associazione L'Arte di Vivere con Lentezza l’hanno colto in pieno con l'iniziativa “Leggevamo Quattro Libri al Bar”, che ogni anno contribuisce alla diffusione della cultura in modo originale e sorprendente.

In questi giorni si sono celebrati i trent’anni della canzone “Quattro amici al bar” che, come ogni canzone che può considerarsi fiera rappresentante del panorama musicale italiano, si ritrova perfettamente integrata nella cultura popolare del Bel Paese. Non a caso, “Leggevamo Quattro Libri al Bar”, iniziativa promossa dal fondatore de “L'Arte del Vivere con Lentezza” Bruno Contigiani, nasce proprio dalle note della celebre canzone di Gino Paoli, e da Gino Paoli stesso era stato accordato il permesso di intitolare l’iniziativa in questo modo.

Nella foto, il bar dove Gino Paoli e i suoi tre amici si riunivano.

Con questo anniversario si coglie quindi l’occasione non solo di celebrare una grande canzone italiana, che parla del bar come luogo di convivialità e socialità dove si intrecciano storie di vita, ma di valorizzare anche l’iniziativa di Contigiani, che è mossa dalla volontà di diffondere la cultura in un modo semplice e al tempo stesso originale, sfruttando l’immaginario collettivo legato al bar come centro propulsore di cultura. I bar, infatti, sono da sempre considerati un punto di incontro e di cultura, e ne sono testimoni i grandi artisti e intellettuali del passato che si ritrovavano nei caffè, ma soprattutto sono luoghi dove parlare con gli amici e, magari, interrogarsi anche sui famosi “perché” della vita, ma sempre con toni leggeri. E allora perché non sfruttare appieno questa ambientazione e renderla l’occasione perfetta per una buona lettura a voce alta? 

È così che nasce “Leggevamo Quattro Libri al Bar”, un piccolo, diffuso e gioiosamente anarchico festival della lettura ad alta voce che si tiene ogni anno a fine settembre e che quest’anno avrà nuova vita in versione digitale, per poter continuare a offrire quest’esperienza formativa alle persone interessate. Da una lettura condivisa, infatti, possono scaturire riflessioni, idee e anche piccoli e grandi cambiamenti, mostrando quanto un piccolo momento dedicato a questa attività possa arricchire profondamente una persona. “L’Arte del Vivere con Lentezza” (ndr. che dal 2015 collabora con Brandforum nella realizzazione dello Slow Brand Festival) e tutte le iniziative ad essa collegata alla fine si originano proprio da questo concetto, ossia invitare le persone a rallentare, per capire dove sono e verso dove vogliono andare, attraverso la valorizzazione di ogni piccolo gesto e di ogni momento di condivisione, sempre in chiave di accrescimento valoriale della persona, per affrontare la vita senza dimenticare di viverla seguendo il giusto ritmo del tempo.

 

Per saperne di più sull'iniziativa rimandiamo all'articolo scritto da Bruno Contigiani, "Compie trent’anni ‘Quattro amici al bar’, per me una delle canzoni più belle di sempre". 

A cura di

Redazione Brandforum.it

Ti potrebbe interessare anche...

News
I 10 trend per una talent strategy di successo
14 Aprile 2021

COVID-19
BRAND RENAISSANCE

In un contesto mutuato dalla pandemia, i confini delle strategie di Employer Branding sono oggetto di ridefinizione da parte di molte aziende che, per risultare più competitive, non possono ignorare i nuovi trend nella gestione dei talenti.

In un’epoca dove la sicurezza cede il passo alla “comodità”, le aziende devono fare i conti con Whatsapp, sempre più utilizzata per trasmettere dati sensibili e informazioni critiche per l’azienda.