Barilla e la sua idea di “Carebonara”: quando la pasta unisce
Brand in Italy
Barilla e la sua idea di “Carebonara”: quando la pasta unisce
12 Aprile 2021

SLOWBRAND
DIGITAL

Barilla lancia il cortometraggio “Carebonara” sull’origine della carbonara, infondendo al celebre piatto di pasta il potere di unire le persone e prendersene cura; un credo che si concretizza attraverso una donazione del brand al progetto Food for Soul.

Barilla, illustre multinazionale italiana, è recentemente salita sul podio tra i Best Corporate Brands 2021, affermandosi ancora una volta come una tra le “preferite” nel cuore degli italiani. In vista del “Carbonara Day”, arrivato alla sua quarta edizione, il brand ha deciso di lanciare il 1 aprile a livello globale un cortometraggio sull’origine di questa ricetta rinomata in tutto il mondo.

. Fig. 1 - Poster del cortometraggio

Un video di ispirazione, creato con l’obiettivo di invitare le persone a condividere tramite i social una “carebonara” il 6 aprile. Il titolo del cortometraggio, infatti, è Carebonara”, che vede “car” diventare “care” per dare vita a un concept potente, ossia prendersi cura delle persone: ora vi spiegheremo perché.

Sono tante le leggende che circolano attorno alla nascita della celebre carbonara, ma quella scelta da Barilla risale al 1944, quando a Roma, dall’incontro di un soldato americano e un cuoco italiano, pasta, pancetta e uova si unirono per la prima volta in un modo nuovo e inaspettato. Così, il connubio italo-americano, nato per sfamare le truppe dell’esercito, ha dato vita a una delle più amate ricette nel mondo che da 77 anni unisce le persone. Qui non si tratta solo di celebrare un piatto, ma di raccontarne soprattutto i valori veicolati: la carbonara all’epoca, infatti, rappresentava il primo pasto caldo da mesi agli occhi dell’esercito americano e il paragone è perfetto per mostrare che oggi, come allora, cucinare simboleggia prendersi cura di qualcuno. Infatti, il cortometraggio, diretto dal regista belga Xavier Mairesse, che vede nel cast l’attore italiano Claudio Santamaria interpretare il cuoco italiano, e l’attore americano Yonv Joseph, nel ruolo del soldato, veicola una narrazione emozionale che tocca tutti i punti salienti del messaggio di Barilla riuscendo perfettamente a trasmettere l’idea che preparare da mangiare per qualcuno sia un gesto d’amore, di cura che va oltre il semplice atto del cucinare.

Come ha dichiarato Alessio Gianni, Vice President Global Digital Marketing Barilla: “Questo film è un tributo, in forma cinematografica, alla pasta, che da sempre unisce le persone e le culture. […] È un nuovo modo di fare comunicazione, che affianca alle campagne pubblicitarie un linguaggio più autoriale e che grazie a piattaforme come YouTube ci permette di raggiungere le persone anche con contenuti lunghi, all’incrocio tra advertising ed entertainment”.

Al fine di avvalorare ulteriormente questo credo, Barilla ha donato 1 milione di piatti di pasta a Food for Soul, organizzazione no profit ideata dallo Chef Massimo Bottura e da Lara Gilmore, che ogni anno tramite i suoi refettori in tutto il mondo provvede alla creazione di più di 785.000 pasti nutrienti e alla distribuzione di più di 1 milione di provviste alimentari, grazie a più di 100.000 cuochi, apprendisti cuochi e volontari, salvando più di 500 tonnellate di cibo che altrimenti sarebbe sprecato.

Fig. 2 - Lo Chef Bottura cucina per uno dei refettori di Food for Soul

Barilla quindi, tramite “Carebonara” e questa donazione a Food for Soul va a sancire ulteriormente il suo legame con una visione del cibo che va oltre la sua materialità e che ne valuta anche l’aspetto simbolico e culturale. Ed è proprio Luca Barilla, Vice Presidente dell’omonimo gruppo, a sottolineare la coerenza di queste azioni, affermando che “Massimo Bottura, con la sua meravigliosa Food For Soul, ci ha dato l’opportunità di completare, ancora una volta, quella che dovrebbe essere la missione di una buona Impresa: contribuire al benessere della comunità. Per Barilla, Carebonara ha un significato molto più importante del semplice mangiare, è prendersi cura degli altri facendolo nel modo che più la rappresenta e cioè celebrando la pasta per il suo fantastico potere di unire le persone”.

Per altri articoli sulle iniziative di Barilla puoi leggere: "Playlist Timer: cuoci la pasta a tempo di musica" e “Dal TELLING al DOING: Barilla lancia una Limited Edition per supportare gli infermieri”.

 

---

Questo Paper è stato scritto con la collaborazione di Letizia Milanesi, studentessa CIMO – Università Cattolica di Milano, Network di Brandforum.

A cura di

Redazione Brandforum.it

Ti potrebbe interessare anche...

Brand in Italy
L’evoluzione responsabile e slow del sistema moda
29 Aprile 2021

SLOWBRAND
COVID-19
SOSTENIBILITÀ

Agire responsabilmente è oggi la mission statement di molti brand della fashion industry. Il profitto per il profitto è obsoleto, come mostra Brunello Cucinelli.

Brand in Italy
La ripartenza del turismo in Liguria inizia da… Sanremo
14 Aprile 2021

COVID-19
DIGITAL
EVENTI
TURISMO

Il settore turistico si sta lentamente risvegliando dopo un anno di blocco causato dalla pandemia. La voglia di ripartire è tanta e in molti guardano con speranza l’estate che è alle porte. Tra questi spicca il caso dalla Regione Liguria che ha lanciato una campagna di promozione turistica dove racconta, in maniera nuova, i propri territori.