DIGITAL Torna ai papers

La pandemia ha dato vita a impreviste nuove strategie per un  turismo più consapevole nei confronti dei nostri splendidi borghi italiani. Ecco gli esiti di una prima indagine quali-quantitativa condotta sul tema su un campione italiano di più di 500 partecipanti e alcuni casi di comunicazione vincenti.

Contattando alcuni membri della propria community, la nota catena di fast food ha realizzato un nuovo panino (esclusivamente a fini pubblicitari) per descrivere al meglio il terribile anno che ci siamo lasciati alle spalle.

Il primo negozio totalmente automatizzato in Italia è stato inaugurato da Würth a Sommacampagna (VR) in collaborazione con l'azienda CUBI srl. Ne abbiamo parlato con Rebecca Rabozzi e Damiano Faccennini all'interno del progetto di Digital Retail Marketing di Würth Italia.

Facebook Inc. ha presentato una "New Pages Experience". Tra le novità, la rimozione dei "mi piace" dalle pagine Facebook.

In quest’intervista in esclusiva per Brandforum, Tommaso Pozza, co-founder de “Il Milanese Imbruttito”, racconta la storia del brand, dalla creazione della pagina Facebook ai noti branded content fino ai prodotti brandizzati.

Riccardo Catagnano, Creative Director e Head of Branded Content presso Connexia, ci ha svelato ciò che si cela dietro alle campagne ideate, con il suo team, per il noto brand Motta

Giovanni Rana ha utilizzato in maniera sapiente i social media per lanciare i suoi nuovi Ravioli dolci, riuscendo abilmente a coinvolgere i propri utenti e a crare molta aspettativa verso il nuovo prodotto.

Dopo 10 anni, tornano nel banco frigo i ravioli dolci al cioccolato di Giovanni Rana, con una nuova forma, un nuovo nome e un nuovo packaging. Cos'altro è cambiato dal 2009 a oggi?

Pasta la victoria siempre! Questo il motto del Movimento Grandi Minuti, nato per ottenere dai produttori di pasta l’indicazione dei minuti di cottura dei prodotti in maniera evidente sulle confezioni. Ecco come alcuni brand hanno deciso di rispondere sui social a questa singolare sfida.

La forza del brand spinge Gucci alla 32° posizione della Top 100 grazie alla “coerenza” dell’esperienza nei suoi touchpoint e al “coinvolgimento” delle generazioni più giovani.

Next

Loading...

End of content

No more pages to load