Carpisa

Di proprietà della Kuvera S.p.A., Carpisa nasce nel 2001 e, dopo pochi anni dalla sua nascita, diventa leader nel settore borse, valigerie e accessori moda. In breve tempo Carpisa sviluppa infatti una rete franchising di oltre 650 punti vendita in Italia e nel mondo, superando i 500 dipendenti impegnati tra la sede e il territorio.

Il simbolo del brand è una piccola tartaruga che da sempre lo contraddistingue. Ma perché proprio una tartaruga? In una recente intervista, il patron del brand Raffaele Carlino ha dichiarato che ha scelto di utilizzare l’iconico animaletto "perché mi ha sempre portato fortuna, sin quando ero bambino, perché ha la pelle dura come la mia, perché è longeva come la mia famiglia e, soprattutto, perché va piano e lontano".

Il primo logo del brand era composto da un rettangolo diviso in due quadrati: quello di sinistra era di colore verde lime e conteneva nella parte inferiore la scritta “pelletteria artigianale” di colore grigio scuro, mentre quello di destra era di colore grigio scuro con il nome del brand posto nella parte superiore del quadrato con al di sotto la tartaruga, simbolo iconico di Carpisa, entrambi di colore verde lime.

Qualche tempo dopo, il brand ha deciso di cambiare il proprio logo: la tartaruga simbolo del brand (di colore grigio scuro) è stata posta al di sopra di una linea color verde lime, con al di sotto la scritta “carpisa” in minuscolo di colore grigio scuro.

Il brand ha poi deciso di modificare nuovamente il proprio logo: il grigio scuro che aveva caratterizzato i loghi precedenti è stato reso più chiaro e il lettering è stato cambiato e reso completamente maiuscolo. Il logo è stato posto in un quadrato dai bordi grigi e dallo sfondo bianco, il tutto su uno sfondo verde lime, che riprende la linea al di sotto dell’iconica tartaruga che rappresenta il brand.

Qualche anno più tardi, il brand ha cambiato il proprio logo, rendendolo più semplice: il lettering è stato snellito e allungato in altezza. Il quadrato che accoglieva sia il nome del brand che la tartaruga è stato tolto, per lasciare spazio solo al suo contenuto. Il colore della tartaruga è stato modificato, acquistando i toni del verde lime, mentre per il nome del brand è stato scelto di utilizzare il colore nero.

Poco più tardi, il logo è stato modificato solamente per quanto riguarda la posizione degli elementi che lo compongono: la tartaruga è stata posta sul lato sinistro del nome del brand, ed entrambi sono stati messi all’interno di un rettangolo bianco dai bordi di colore nero.

Oggi il logo del brand risulta molto semplificato rispetto alle versioni precedenti: il lettering è stato reso più ampio, mantenendo comunque un profilo molto fine. La tartaruga simbolo di Carpisa è stata tolta dal logo, che è ora composto solamente dal nome del brand scritto con il colore nero.

Il brand ha inoltre creato una catena di punti vendita dedicata solamente al mondo travel: GO Carpisa. Il logo di questi negozi risulta formato dalla scritta “GO” di colore nero posta al di sopra del nome del brand, dello stesso colore e con lo stesso lettering utilizzato per il logo di Carpisa. Il tutto è posto su uno sfondo bianco. Esiste anche la versione in negativo del logo, con le scritte bianche poste su sfondo nero.

---
Si ringrazia Giorgia Bresciani, studentessa della Facoltà di Scienze Linguistiche dell'Università Cattolica di Milano, per aver collaborato alla ricerca delle informazioni e alla composizione di questa LOGO TALE.

Scopri altre storie...