Arriva anche in Italia Instagram Reels, la risposta di Facebook a TikTok
News
Arriva anche in Italia Instagram Reels, la risposta di Facebook a TikTok
06 Agosto 2020

DIGITAL

Abbiamo messo a confronto le principali funzioni di Instagram Reels rispetto a quelle offerte da TikTok. Reggerà il paragone?

Lanciata ufficialmente il 5 agosto sul blog ufficiale di Instagram, come "un nuovo modo per creare e scopire brevi video divertenti su Instagram", la nuova funzione Instagram Reels è finalmente arrivata anche in Italia.

 

Era solo questione di tempo: le "buone idee" sono spesso fonte di ispirazione, anche sul mondo dei social media, che è sempre in velocissima evoluzione.
Così come l'arrivo delle Stories aveva integrato in Instagram alcune funzionalità dell'app Snapchat, il lancio dei Reels ha tutta l'intenzione di sostituire i video di TikTok, soprattutto negli Stati Uniti dove le crescenti pressioni politiche rischiano di mettere al bando il social network cinese.

 

Le prime impressioni condivise in Rete mostrano un'opinione polarizzata: i super-teen della Generazione Z vorrebbero restare fedeli a TikTok, mentre molti Millennials sembrano quasi sollevati all'idea di poter utilizzare il più famigliare Instagram.

 

Quali sono le differenze tra Instagram Reels e TikTok? Abbiamo provato a mettere a confronto le due piattaforme.

 

https://about.instagram.com/blog/

 

PUBBLICO - Sebbene la crescita di TikTok sia (stata) vertiginosa, non avrebbe senso paragonare 10 anni di download di Instagram con quelli di un'app che, dopo aver superato il milione e mezzo di download alla fine del 2019, si stima abbia raggiunto i 2 milioni fine di aprile (complice il lockdown). 

Interessante è paragonare il numero di utenti attivi mensili, secondo i dati rilasciati dalle rispettive aziende: sarebbero 800 milioni gli utenti attivi su TikTok, mentre oltre 1 miliardo quelli di Instagram. 

 

VANTAGGIO PER I CREATOR - Il principale vantaggio presentato dai Reels è per gli Influencer che già hanno un nutrito pubblico su Instagram: non dovranno più pubblicare anteprime su TikTok invitando i propri (nuovi) follower a guardare il contenuto esteso su Instagram, ma potranno concentrarsi su un'app soltanto. 

Come i contenuti della IG TV, i Reels si trovano cliccando sull'apposita scheda presente nell'account del proprio creator preferito.

Il rovescio delle medaglia è per i cosiddetti "tiktokers" che sono emersi grazie a TikTok: molti di loro, soprattutto i più giovani, potrebbero essere costretti a 'spostare' i propri follower su Instagram.

 

VANTAGGIO PER GLI USER - Il vantaggio di avere tutte le funzioni in un'unica app è anche per gli utilizzatori: per seguire i propri amici, i propri creator e brand preferiti, sarà più semplice: post, Stories, video della IG TV, IG shopping e adesso i nuovi Reels saranno disponibili comodamente nello stesso ecosistema.

 

DURATA DEI VIDEO - Su TikTok si possono registrare video lunghi fino a 1 minuto, mentre su Instagram Reels il limite è di soltanto 15 secondi.

 

MUSICA - Facebook inc. ha dichiarato che verrà rilasciata una libreria ufficiale di brani con licenza autorizzata, come già avviene per le Instagram Stories. Su TikTok, invece, come è noto, le creazioni degli utenti possono essere riprese da altri "tiktokers" e le tracce audio disponibili sono potenzialmente infinite.

 

EDITING - Nella funzione Reels, il montaggio di video e tracce musicali avviene in modo molto simile a TikTok e allo stesso tempo molto simile a quanto già avviene delle Stories.

 

HASHTAG - Instagram resta "il social con gli #tag" per eccellenza, mentre su TikTok le didascalie possono avere un massimo di 100 caratteri e questo limita molto il numero di #tag utilizzabili.

 

SCOPERTA - Anche al primo sguardo, appare evidente che TikTok permetta di accedere a un flusso pressoché infinito di video-clip e quindi faciliti il contatto con un pubblico molto più vasto, rispetto a quanto previsto dall'algoritmo di Instagram.
Tuttavia - da quanto dichiarato da Facebook inc. - sembrerebbe che anche i contenuti Reels dovrebbero godere di un posizionamento privilegiato rispetto ai post dei propri followers.

 

CONDIVISIONE - Da TikTok molti video vengono condivisi nelle Stories su Instagram, ma possono anche essere condivisi su altre piattaforme sotto forma di post e tweet. Molto spesso vengono anche inviati ai propri contatti via WhatsApp o attraverso altri social, sempre in forma privata.

Al momento invece i Reel possono essere condivisi solo su Instagram. Come gli altri contenuti della piattaforma, ogni utente può mettere "mi piace" o commentare il video: un contatore mostra le interazioni ricevute da ogni contenuto.

 

DUETTO - Su TikTok è molto spesso utilizzata la funzione "duetto" che permette di unire il proprio video a quello di un utente che lo ha pubblicato in precedenza. Oltre ai veri e propri duetti artistici, in cui i "tiktokers" possono mettere in mostra le proprie capacità canore o attoriali, ci sono anche duetti "multipli" pensati apposta per un editing speciale che garantista lo stupore di nuovi follower.
 

 

Siamo curiosi di conoscere la vostra opinione: quale piattaforma preferite utilizzare? Avete già provato la nuova funzione Reels?

A cura di

Rebecca Rabozzi
Redattore Senior
Social Media Manager

Responsabile Sito Web
Collabora con Brandforum.it dal 2009
 
Dopo una lunga esperienza in agenzie pubblicitarie di calibro internazionale (tra cui Dentsu Aegis Network e Publicis Groupe), specializzatasi in ambito digital e sui social media, attualmente si occupa di Digital Marketing in Würth Italia.
 
 
Vai al profilo LinkedIn: Rebecca Rabozzi

Ti potrebbe interessare anche...

Con piacere segnaliamo e sosteniamo Progetto India, iniziativa di Vivere con Lentezza Onlus: una raccolta fondi a favore delle famiglie in difficoltà nelle baraccopoli di Jaipur.

Chi dice che durante una pandemia globale non si possa viaggiare? È questa l’idea sulla quale si basa la nuova (e fake) campagna di affissioni in centro a Milano, firmata dal gruppo di viaggiatori on the road più famosa d’Europa.