Wood’d: legno, design e Social Network.
Brand life
Wood’d: legno, design e Social Network.
03/05/2012

Daniela Compassi, Redazione di Brandforum.it
Continua il nostro viaggio alla ricerca di nuove marche e di talenti under 30 capaci ancora di scommettere sul proprio futuro. Abbiamo intervistato l’ideatore del brand Wood’d, un giovane designer che ha saputo rivisitare in chiave moderna la passione e la tradizione familiare per il legno.

Continua il viaggio di Brandforum alla ricerca di nuove marche e di talenti under 30 capaci ancora di scommettere sul proprio futuro e sulle proprie conoscenze.

Nuova intervista per la sezione Band Life a un giovane designer della provincia di Varese, Andrea Aschieri, che ha saputo rivisitare in chiave moderna, con "l'aiuto" dei Social Network, la passione e la tradizione familiare per il legno in un progetto ambizioso di design contemporaneo.

 

 

L'appuntamento è per le 9:00 in uno dei bar storici del centro di Busto Arsizio, la città in provincia di Varese che gli ha dato i natali. Puntuale si presenta un ragazzo di 25 anni all'apparenza come tanti ma che in realtà ha molto da raccontare. Un ragazzo eclettico, ambizioso e visionario che ha saputo guardare oltre le criticità del momento trasformando la propria passione per il design e la tradizione familiare di lavorare un materiale semplice e umile come il legno in un vero e proprio lavoro.
Andrea è un abile imprendotore di se stesso (lo si capisce già dal modo di vestire) diplomato in Fashion business all’Istituto Marangoni di Milano che ama definire le sue creazioni "oggetti dall'anima pop accessibili a tutti".

 


La sua formazione, prima che a scuola, avviene “sul campo”. Cresciuto nell'azienda di famiglia che produce oggettistica in legno, Andrea impara ad apprezzare sin da subito questo materiale semplice e pieno di vita. "L'illuminazione non è venuta subito" racconta. "L'idea di creare una mia attività, di progettare e realizzare io stesso degli oggetti in legno è venuta con il tempo, ascoltando le esigenze dei mie genitori, vivendo giorno per giorno la mia vita sia in famiglia che nella società".

"In quel periodo lavoravo come visual – continua Andrea – ma ho sentito il bisogno di creare qualcosa di mio;  così, con l'obiettivo di far incontrare due mondi a me molto cari – quello della moda e quello familiare del legno- è nato Wood'd". Il brand conta già una piccola gamma di prodotti, tra cui una cover adesiva in legno per iPhone fiore all'occhiello della produzione, e una distribuzione che ne garantisce già una buona diffusione.

 

Il packaging, frutto anch'esso della mente creativa del 25enne, è essenziale e raffinato; degli oggetti si apprezza immediatamente il design lineare e a tratti ironico, come per gli stikers in legno a forma di teschio. I macchinari usati da Andrea per la lavorazione del legno sono quelli ormai in disuso che il padre utilizzava negli anni ’80, scovati in azienda e rimessi in funzione dal giovane per l'occasione. "Curo il prodotto in ogni sua fase: dal disegno alla produzione, faccio tutto io; certo alcune produzioni le faccio fare fuori ma sempre da aziende del territorio" racconta.

"Per quanto riguarda la comunicazione e la vendita online mi da una mano mio fratello Stefano. La presenza al Macef 2012 segna ufficialmente l'inizio di questa nuova avventura anche dal punto di vista della comunicazione agli addetti al lavori  mentre Facebook, con la nuova applicazione d'acquisto Blooming, è il canale su cui stiamo investendo maggiormente per la vendita. L’e-commerce è fondamentale per raggiungere il più vasto numero di acquirenti possibile ed è uno strumento importantissimo, insieme alla pagina Fan, per instaurare un rapporto immediato e diretto con i clienti, capire il loro grado di apprezzamento e ascoltarne i consigli".

 

Alla domanda cosa ti aspetti dal futuro Andrea risponde speranzoso: "Vorrei vivere del mio lavoro. Lo studio di nuove soluzioni e la ricerca di nuovi materiali sono fondamentali, per questo il mio prossimo viaggio sarà in Cina. Lì vorrei conoscere più da vicino la fibra di bambù e trovare nuove soluzioni per portare questo materiale fuori dal contesto in cui viene utilizzato normalmente, la cucina. Vorrei continuare a disegnare, produrre e promuove piccoli oggetti di arredamento sempre seguendo la strada della semplicità che mi ha guidato nella realizzazione dei primi oggetti in legno".

Ci salutiamo. Sono sicura che di questo giovane e coraggioso ragazzo ne sentiremo ancora parlare.

A cura di

Daniela Compassi

Redattore Senior
Giornalista pubblicista, PR e blogger, collabora con Brandforum.it da gennaio 2012

Nutre da sempre un forte interesse per il mondo comunicazione e della pubblicità tanto da farne una professione a 360°

Dopo la laurea specialistica in Sociologia conseguita nell’aprile 2010 presso l’Università Cattolica di Milano con un elaborato sulla comunicazione di impresa incentrato sugli ‘spazi parlanti’, entra come redattore in Pubblicità Italia e vi rimane fino alla fine nel 2011. Durante gli anni dell’Università lavora in diversi uffici stampa milanesi maturando un'esperienza tale che le permetterà nel 2012 di avviare un'agenzia di pubbliche relazioni che porta il suo nome.

Da 2011 è cultore della materia presso la cattedra di Storia e linguaggi della pubblicità, Università Cattolica di Milano.

Ha due grandi passioni: la scrittura e la cucina, che coltiva dal 2014 attraverso il blog www.lovelifelunch.it

Profilo LinkedIn

Ti potrebbe interessare anche...

Recensione del libro del sociologo Luca Ricolfi, La società signorile di massa, Milano, La nave di Teseo editore, 2019

Mirko Olivieri, Junior Editor di Brandforum.it

Quali dinamiche comunicative scendono in campo quando si tratta di coinvolgere la Generazione Z? Intervista a Francesco Marinelli, Editor in Chief di Scuola Zoo