Amazon lancia per i suoi clienti italiani la "consegna senza fretta"
News
Amazon lancia per i suoi clienti italiani la "consegna senza fretta"
07 Ottobre 2020

SLOWBRAND

Il colosso statunitense, noto per la sua consegna rapida Amazon Prime, lancia ora anche la “consegna senza fretta”, che permette di ricevere i propri ordini in quattro giorni lavorativi ottenendo uno sconto di 1 euro sull’ordine effettuato.

Sebbene chiunque sottoscriva un abbonamento Amazon Prime abbia ormai da tempo il vantaggio di ricevere i suoi prodotti tramite consegne rapide in 24 o 48 ore, il colosso degli acquisti online ha deciso di creare in questo periodo una variante della spedizione per i suoi clienti Prime denominata “consegna senza fretta”.

(L'immagine è una rielaborazione grafica di Brandforum.it)

Come si può dedurre dal nome, questo tipo di consegna “lenta” permette di ricevere il proprio ordine in circa quattro giorni lavorativi (fino a un massimo di 14 giorni) con un vantaggio sia per il cliente (che riceve uno sconto di 1 euro sul prossimo acquisto sulla piattaforma online), sia per l’azienda (il carico degli ordini da processare viene alleggerito).

Per poter sfruttare questo nuovo tipo di consegna è necessario possedere un abbonamento Amazon Prime ed effettuare un ordine di almeno 10 euro. Vi sono anche altre limitazioni: i clienti che sottoscrivono questo tipo di abbonamento in prova non possono scegliere questo tipo di consegna; per di più, l’iniziativa non è applicabile ad alcuni prodotti di prima infanzia, salute e cura della persona, alimentari, sigarette elettroniche, buoni e confezioni regalo.

L’iniziativa, inoltre, è valida solo fino al 12 novembre 2020. Una scelta che probabilmente sarà molto utile in previsione degli annuali Prime Day, che si terranno il 13 e il 14 ottobre 2020, dove la mole di ordini aumenterà notevolmente. I bonus che verranno accumulati dagli utenti che decideranno di sfruttare questo tipo di consegna saranno poi validi fino alla mezzanotte dell’8 gennaio 2021.

A cura di

Giorgia Bresciani

Dopo aver conseguito il diploma di Istituto Tecnico Commerciale in Relazioni Internazionali per il Marketing presso l’Istituto Figlie del Sacro Cuore di Gesù - Seghetti di Verona, frequenta la Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere (con Profilo Lingue, Comunicazione e Media) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Le lingue di specializzazione sono inglese e spagnolo. Ha una forte passione per la comunicazione aziendale, sia interna che esterna.

Giorgia Bresciani

Redattore Junior
Collabora con Brandforum da novembre 2018

Dopo aver conseguito il diploma di Istituto Tecnico in Relazioni Internazionali per il Marketing presso l'Istituto Figlie del Sacro Cuore di Gesù - Seghetti di Verona, ha concluso con lode la Laurea Triennale in Scienze Linguistiche (con Profilo Lingue, Comunicazione e Media) presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una Tesi sulla valorizzazione comunicativa dello smart working pre e post Covid-19.

Frequenta ora il corso di Laurea Magistrale in Scienze Linguistiche (con Profilo Media e Digital Management) presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Le lingue di specializzazione sono inglese e spagnolo.

Ha una forte passione per la comunicazione aziendale, sia interna che esterna.

Profilo LinkedIn

Ti potrebbe interessare anche...

Il turista cinese ha nuove esigenze e sta usando in modo diverso gli strumenti digitali per pianificare i suoi viaggi: ecco i nuovi trend di questo specifico target ai tempi della pandemia.

News
I 10 trend per una talent strategy di successo
14 Aprile 2021

COVID-19
BRAND RENAISSANCE

In un contesto mutuato dalla pandemia, i confini delle strategie di Employer Branding sono oggetto di ridefinizione da parte di molte aziende che, per risultare più competitive, non possono ignorare i nuovi trend nella gestione dei talenti.