Sviluppo sostenibile e Circular Economy secondo The Merchant Gourmet: riciclo, riuso, ecosostenibilità
News
Sviluppo sostenibile e Circular Economy secondo The Merchant Gourmet: riciclo, riuso, ecosostenibilità
28/06/2021

DIGITAL
SOSTENIBILITÀ

The Merchant Gourmet, brand leader nell’offerta di alimenti vegetali pronti da mangiare, ha lanciato due importanti innovazioni in linea con la sua mission riguardante l’economia circolare e lo sviluppo sostenibile.

La necessità di agire nell’ottica di uno sviluppo sostenibile ha portato alla realizzazione di svariati prodotti che fanno della ecosostenibilità la loro bandiera, secondo i principi della Circular Economy. In questo sistema economico il ciclo di vita dei prodotti si allunga tramite la pratica del riciclo e del riuso ed è in questo contesto che si inserisce la proposta di The Merchant Gourmet, brand leader nel settore del food ready-to-eat a base vegetale, che grazie a una collaborazione con Enval ha recentemente dato vita ad “Appetite for change recycle scheme” e al lancio di un singolare libro di ricette curato dall’agenzia londinese Uncommon.

Oggi giorno si parla sempre più spesso di sostenibilità: questo tipo di sviluppo virtuoso delle organizzazioni è infatti al centro di migliaia di dibattiti che hanno come scopo ultimo quello di trovare soluzioni concrete ai problemi ambientali, sociali ed economici. Tra le tante idee che sono state realizzate per far bene al pianeta e di conseguenza all’uomo ci sono svariati prodotti che seguono i principi della “ecosostenibilità” (tema molto caro a Brandforum, che ha sviluppato un filone di paper dedicati): si tratta di beni che si conformano alle regole dell’ecologia. In particolare, risultano estremamente affascinanti tutti quei prodotti la cui vita può essere allungata tramite la possibilità di piantarli una volta che il loro utilizzo è terminato. Questo esempio di economia circolare – sistema che si basa su riduzione, riuso, riciclo – è stato adottato da diversi brand: dall’eyeliner che può dar vita a fiori selvatici (Sprout World) a partecipazioni, inviti e volantini piantabili.

Figura 1 – Prodotti di The Merchant Gourmet

In questo contesto, The Merchant Gourmet, brand leader nell’offerta di alimenti vegetali pronti da mangiare, quali legumi, cereali e frutta secca, ha recentemente reso la sua presenza sul mercato ancora più allineata alla nuova brand strategy – “appetite for change” – attraverso la quale si propone di impattare positivamente su dipendenti, comunità locali e ambiente. Il brand, infatti, ricerca materie prime da produttori sostenibili al fine di creare cibo semplice e di alta qualità che possa dare in primo luogo benefici alla salute delle persone che lo comprano e, in secondo luogo, rendono l’azienda parte di un movimento plant-based, contribuendo alla riduzione del consumo di carne, da cui trae beneficio il pianeta.

Oggi, dopo 25 anni di attività, il brand è ancora più in cerca di cambiamento e lancia due importanti innovazioni: la prima in partnership con Enval e la seconda con l’agenzia creativa londinese Uncommon, che cura la sua comunicazione. La collaborazione con Enval – annunciata a marzo 2021 – rende possibile attuare quello che è stato chiamato “Appetite for change recycle scheme”: Enval, infatti, ha sviluppato l’unica tecnologia al mondo capace di riciclare l’alluminio da laminati in plastica di alluminio e dal 2006 si occupa proprio di valorizzare e rendere sostenibili packaging che non sono facilmente riciclabili. In questo modo tutti i sacchetti contenenti i prodotti di The Merchant Gourmet potranno essere riciclati: in particolare, la plastica diventerà olio di alta qualità che potrà essere utilizzato per produrre nuova plastica. Per poter usufruire di questo servizio i consumatori, tramite l’iscrizione al sito del brand, riceveranno una busta pre-affrancata e indirizzata, all’interno della quale inserire i sacchetti vuoti, che andranno direttamente presso lo stabilimento Enval.

Figura 2 – La busta di The Merchant Gourmet da spedire a Enval

Inoltre, al fine di dare maggiore supporto alla nuova strategia “appetite for change” il brand ha deciso di realizzare anche un libro di ricette a base vegetale, per le quali i prodotti da loro venduti risultano ideali. Il libro, dal titolo “The Simple Plant-Based Cookbook” – pubblicato quest’anno – offre la possibilità di sperimentare una cucina sana, semplice e che impatta meno sulla Terra, nell’ottica di “aiutare il pianeta un pasto alla volta”. L’agenzia Uncommon ha poi progettato il libro in maniera originale: la copertina, infatti, è completamente organica (inchiostro compreso) e contiene diversi semi di erbe aromatiche che possono essere piantati, coltivati e ovviamente utilizzati per le ricette del libro.

Il direttore creativo di Uncommon, Jonas Roth, dice in proposito: “abbiamo pensato che fosse un modo intelligente per far sì che il sogno verde di Merchant Gourmet si manifestasse in qualcosa di fisico e gustoso”.

Figura 3 – Dettagli della copertina del libro

Un progetto audace, che ha comportato un grande impegno per essere portato a termine efficacemente, ma con ottimi risultati: oltre 60 ricette avvolte da una copertina in edizione limitata, rilegata a mano, che secondo The Merchant Gourmet offre già gli ingredienti essenziali per iniziare a cucinare, ossia basilico, prezzemolo, origano e un po’ di speranza. Le erbe sono per le ricette. La speranza per l’ambiente.

Questo Paper è stato scritto con la collaborazione di Letizia Milanesi, studentessa CIMO – Università Cattolica di Milano, Network di Brandforum.

A cura di

Ti potrebbe interessare anche...

Posti ancora disponibili per la 8a edizione del Master in Account e Sales Management (Almed/Centrimark), Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Il 22 settembre riprende il progetto Opinion Leader 4 Future con una nuova Open Lecture e tanti relatori prestigiosi.