In un contesto mutuato dalla pandemia, i confini delle strategie di Employer Branding sono oggetto di ridefinizione da parte di molte aziende che, per risultare più competitive, non possono ignorare i nuovi trend nella gestione dei talenti.

Il settore turistico si sta lentamente risvegliando dopo un anno di blocco causato dalla pandemia. La voglia di ripartire è tanta e in molti guardano con speranza l’estate che è alle porte. Tra questi spicca il caso dalla Regione Liguria che ha lanciato una campagna di promozione turistica dove racconta, in maniera nuova, i propri territori.

Barilla lancia il cortometraggio “Carebonara” sull’origine della carbonara, infondendo al celebre piatto di pasta il potere di unire le persone e prendersene cura; un credo che si concretizza attraverso una donazione del brand al progetto Food for Soul.

In un’epoca dove la sicurezza cede il passo alla “comodità”, le aziende devono fare i conti con Whatsapp, sempre più utilizzata per trasmettere dati sensibili e informazioni critiche per l’azienda. 

Dall’inizio degli anni Novanta, Great Place To Work® si occupa dello studio e dell’analisi del clima aziendale per misurare e migliorare l’ambiente lavorativo e quindi le performance di business.

Boston Scientific ha da tempo a cuore la soddisfazione e il benessere dei propri employees, con i quali cerca di costruire una comunicazione diretta, empatica e inclusiva.

Tra naturale evoluzione e accelerazione dovuta al lockdown, ecco i nuovi numeri dello streaming video, fenomeno sempre più radicato che sta ridefinendo le logiche di fruizione dei contenuti con la complicità delle smart tv.

Molti brand hanno ascoltato con attenzione le esigenze dei propri dipendenti emerse durante il primo periodo della pandemia dovuta al Covid-19. Vediamo insieme alcune iniziative concrete promosse da brand sul territorio italiano in ottica di Employee Centricity.

A trent’anni da “Quattro amici al bar”, sulle note della canzone si crea ancora l’atmosfera perfetta per parlare di libri, e questo Bruno Contigiani e la sua Associazione L'Arte di Vivere con Lentezza l’hanno colto in pieno con l'iniziativa “Leggevamo Quattro Libri al Bar”, che ogni anno contribuisce alla diffusione della cultura in modo originale e sorprendente.

In questa intervista in esclusiva per Brandforum, Simone Frulio, Fondatore di Momo by Savigel, ci racconta come è nato il suo brand e le sfide che ha affrontato, oltre a tante curiosità e molto altro!

Next

Loading...

End of content

No more pages to load